Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

Materiale di studio
logo indire

Il credo dell'arte. Orientamenti per l'azione didattica

Non per concludere... ma per iniziare a lavorare con il testo-arte

Le proposte metodologiche delle tre attività Dire la Pasqua con l’arte (per la scuola primaria e secondaria di I grado), Una lettura del Natale attraverso l’arte (per la scuola primaria) e Il Natale con l’arte (per la scuola dell’infanzia) si caratterizzano come “pedagogia della scoperta”. Si tratta - come si è potuto vedere - di un processo che induce a scoprire il patrimonio artistico cristiano dell’Italia e di altri Paesi quale mediazione del messaggio evangelico inculturato.


Di volta in volta nelle attività didattiche che faranno seguito a questo studio, si individueranno nel testo-arte i contenuti che si vogliono far apprendere in relazione ai diversi gradi scolastici in vista di adeguate competenze. Va da sé che l’attenzione alla dimensione artistica della cultura religiosa offre la possibilità di aprire dei link su altri saperi quali, ad esempio, quelli attinenti ai linguaggi e all’espressività, alla letteratura, alla filosofia, alla storia, alla geografia, agli studi sociali.
Sarà questa un’esplorazione che porterà a conoscere l’artista, la sua epoca, nonché il luogo e il contesto socio-culturale in cui è venuta alla luce la “creazione” artistica.
I ragazzi, osservando, contemplando, si porranno in ascolto dell’opera d’arte che parla narrando gli eventi della storia della salvezza. Conosceranno così il credo dei cristiani che, seppure espresso in una varietà di stili, racchiude sempre il perenne messaggio della Rivelazione.


I ragazzi, inoltre, accostando i testi di arte cristiana saranno avvicinati a una parte cospicua dei beni culturali e, in misura della progressiva formazione culturale e civica, potranno contribuire alla loro salvaguardia.


INDIRE © 2006