Questo sito è graficamente più gradevole se visto con un browser (Internet Explorer, Netscape, Opera ecc) che supporta gli standard web, anche se è accessibile con qualsiasi browser o dispositivo internet.

Materiale di studio
logo indire

Il credo dell'arte. Orientamenti per l'azione didattica

L'arte nel contesto comunicativo

L'opera d'arte, nel nostro caso l'arte cristiana, è un testo, un insieme complesso di strutture segniche sistemiche che vanno lette, comprese e interpretate. Ciascuna struttura è portatrice di significato e contribuisce, insieme ad altre, a creare il significato complessivo dell'opera. In altri termini, l'arte cristiana generalmente non "fotografa" un evento singolo della storia della salvezza, ma riunisce vari eventi e li rappresenta insieme per richiamare, con la forza della sintesi, il significato e il valore di un fatto salvifico.  Ad esempio, L’Annunciazione del Beato Angelico lega in un’unica rappresentazione la caduta (cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso) e la salvezza donata all’umanità con il “fiat” di Maria.
 
 
beato angelico
Beato Angelico, L’Annunciazione, 1430-1432, Madrid, Museo del Prado
 
Come si è accennato, il testo-arte cristiana può essere oggetto di considerazione semiotica. Al riguardo, A. Grabar dice che mettendo l'accento sull'analisi delle forme e sulle tecniche artistiche, si è rinunciato allo studio del valore semiotico delle immagini, cioè della loro iconografia. Al contrario, il valore semiotico del testo-arte va riconosciuto e riconsiderato proprio perché esso è costituito da segni molteplici i quali intessono trame espressivo-comunicative.
L'arte cristiana, dunque, è un prodotto di significazione e, pertanto, di comunicazione. Il messaggio di questa comunicazione continua, lungo i secoli, ad essere potenzialmente leggibile, comprensibile, interpretabile da ogni destinatario epocale, continua ad essere una potente forma espressivo-comunicativa dei contenuti della religione.

INDIRE © 2006